Vaccini, Ue vicina ad accordo di fornitura con Novavax - fonti

·1 minuto per la lettura
Una siringa dentro a una fiala davanti al logo Novavax

BRUXELLES (Reuters) - L'Unione europea potrebbe firmare un accordo di fornitura con Novavax questa settimana o la prossima per il candidato vaccino contro il Covid-19 dell'azienda statunitense.

Lo hanno detto due funzionari europei coinvolti nelle trattative con la casa farmaceutica.

Il blocco ha concluso a dicembre i negoziati preliminari con Novavax per la fornitura di 100 milioni di dosi, con un'opzione per l'acquisto di altri 100 milioni.

"I colloqui con Novavax si sono intensificati e puntiamo a definire un contratto questa settimana o la prossima", ha detto un funzionario della Ue.

Un secondo funzionario europeo, coinvolto nei colloqui, ha confermato il possibile calendario per l'accordo, ma ha aggiunto che le discussioni con i legali dell'azienda sono ancora in corso, senza dare dettagli su quali fossero le questioni in sospeso.

La scorsa settimana il regolatore farmaceutico europeo ha detto di aver avviato una revisione in tempo reale del vaccino di Novavax per accelerare le potenziali approvazioni.

Il vaccino è ancora in fase di sperimentazione, ma i dati preliminari hanno mostrato che è efficace all'89,3% nella prevenzione del Covid-19 in uno studio condotto nel Regno Unito e quasi altrettanto efficace nella protezione contro la variante più contagiosa scoperta per la prima volta nel Regno Unito.

Il possibile accordo con Novavax sarebbe il settimo siglato dal blocco con i produttori per la forniture di vaccini contro il Covid-19. La Ue ha già concluso accordi con AstraZeneca, Johnson & Johnson, Pfizer-BioNTech, CureVac, Moderna e Sanofi-Gsk per un totale di circa 2,3 miliardi di dosi.

((Tradotto da Redazione Danzica, in redazione a Milano Sabina Suzzi, alice.schillaci@thomsonreuters.com, +48587696614))