L'asse Berlino-Pechino sulla "propaganda" di Biden sui vaccini

·Giornalista, HuffPost
·1 minuto per la lettura
Angela Merkel, Xi Jinping (Photo: Getty)
Angela Merkel, Xi Jinping (Photo: Getty)

“Per ogni problema complesso, c’è sempre una soluzione semplice. Che è sbagliata”. Questa frase dello scrittore irlandese George Bernard Shaw potrebbe diventare il manifesto della complessità della pandemia/sindemia di Covid-19, evento globale dalle infinite ripercussioni. Nell’ambito della geopolitica, il virus SARS-CoV-2 continua ad approfondire faglie, alleanze e indecisioni, come sta avvenendo ancora una volta con l’apertura di Washington alla sospensione temporanea dei brevetti sui vaccini anti-Covid: una mossa contro cui si è rinsaldato l’asse Berlino-Pechino, unito nel considerare l’annuncio americano come un esercizio di propaganda o poco più.

Tedeschi e cinesi non sono i soli a osteggiare la virata liberal-progressista del presidente Usa. Anche la Svizzera - casa base dell’Organizzazione mondiale del commercio che dovrebbe approvare all’unanimità la decisione - ha espresso con fermezza la propria contrarietà, mentre negli Stati Uniti è il Wall Street Journal a pubblicare l’editoriale più duro su quella che definisce la “debacle di Biden sulla “proprietà intellettuale dei vaccini”.

Il punto è che, pur considerando l’apertura di Joe Biden una svolta necessaria di fronte alla devastazione della pandemia, alcune critiche all’amministrazione Usa appaiono sensate. Fino a poco tempo fa – come ricorda il quotidiano cinese Global Times – gli Stati Uniti sono stati il modello perfetto di nazionalismo vaccinale: nessuna esportazione, donazioni limitate ai vicini di casa, accumulo di scorte per far fronte a eventuali imprevisti. Ora che i problemi interni sono altri – a cominciare dal fattore No Vax – la Casa Bianca si è decisa ad assumere la leadership di un discorso che altri Paesi – a cominciare da India e Sudafrica – fanno da mesi. Come ha dichiarato il capo ...

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli