Vaccini, Vaticano: sospendere brevetti delle case farmaceutiche

Red
·2 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Città del Vaticano, 12 feb. (askanews) - Il cardinale Peter Turkson, Prefetto del dicastero vaticano per il Servizio dello Sviluppo Umano Integrale, fa appello affinché venga eliminata la proprietà intellettuale delle case farmaceutiche che producono il vaccino anti-Covid e venga annullato, o almeno diminuito, il debito pubblico dei paesi poveri affinché possano investire in sanità.

"Fin dall'inizio parlato di dover assicurare un accesso inclusivo al vaccino", ha detto il porporato ghanese presentando l'annuale messaggio del Papa per la Quaresima (17 febbraio-3 marzo), "ma come siamo adesso, l'Unione europea nella sua lotta con AstraZeneca... ogni governo si sente responsabile della sua propria popolazione. Noi abbiamo sperato che la ricerca del vaccino possa procedere in tandem con la sospensione della proprietà intellettuale per consentire non solo a certe case farmaceutiche ma alle case farmaceutiche nel mondo di superare la pandemia. La sfida c'è, bisogna lavorare insieme, davanti alla pandemia globale ci vuole uno sforzo globale, questo è quello che stiamo ancora cercando di incoraggiare nel mondo".

Inoltre, l'esponente vaticano ha fatto appello affinché si "la Banca mondiale e i paesi sospendano la richiesta di pagamento dei debiti delle nazioni per aiutarli a procurarsi medicinali, mascherine per la popolazione. Se fosse possibile cancellare debiti, o almeno sospendere un po'".

Il cardinale Turkson ha ricordato che su richiesta di Papa Francesco il proprio dicastero ha creato una "task force" sul Covid: si tratta, ha spiegato nel corso della conferenza stampa, di "una struttura con cui seguire le Chiese locali: abbiamo fatto incontri con più di 25 Chiese locali, ascoltandoli, sentendo le loro esperienze e cercando di individuare come possiamo sostenere queste Chiese. Molti chiedono il rafforzamento del sistema sanitario, la questione della sicurezza alimentare, i vaccini". Oggi, ha detto, è previsto un incontro con la Conferenza episcopale italiana.