Vaccini, Von der Leyen: "Ragioniamo ma deroga brevetti non risolverà problema"

·1 minuto per la lettura

"Abbiamo bisogno di vaccini ora. La deroga sulla proprietà intellettuale non risolverà il problema. Quello che serve è una condivisione dei vaccini, l'export di dosi e investimenti per accrescere" la capacità produttiva. Così la presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen, nella conferenza stampa al termine del Social Summit di Porto, invitando a "essere aperti alla discussione", ma a uscirne con "una visione a 360 gradi".

"L'Unione europea è l'unica regione democratica al mondo che sta esportando vaccini anti Covid su vasta scala" e "invitiamo tutti quelli che si impegnano nel dibattito ad affiancarci nelle esportazioni". Dall'Ue, ha rimarcato, "duecento milioni di dosi ad oggi sono state esportate e duecento milioni di dosi sono state date ai cittadini europei".

"Invitiamo tutti quanti si impegnano nel dibattito della deroga temporanea dei brevetti di unirsi a noi - ha aggiunto - ad impegnarsi ad esportare una larga parte di quanto producono".