Vaccino ai bambini, la circolare: “Seconda dose ridotta a chi compie 12 anni dopo la prima”

·1 minuto per la lettura
vaccino bambini circolare
vaccino bambini circolare

Il Ministero della Salute ha emanato una circolare che fornisce un chiarimento sulla campagna di somministrazione del vaccino anti Covid ai bambini, in particolare per i soggetti che compiranno il dodicesimo anno di età dopo aver ricevuto la prima dose di Pfizer.

La circolare sul vaccino ai bambini

Il governo ha chiarito che questi soggetti potranno completare il ciclo di vaccinazione nel rispetto delle tempistiche previste, facendo dunque la seconda dose dopo tre settimane, ricevendo un siero con la stessa formulazione della prima iniezione (ridotta di un terzo rispetto a quella somministrata agli adulti).

Si tratta di un chiarimento che gli esperti del Ministero hanno dovuto pubblicare a causa del diverso dosaggio previsto nella categoria dai 5 agli 11 anni e quella iniettata invece a tutti gli over 12. Il direttore della Prevenzione Gianni rezza ha aggiunto che, in caso di pregressa infezione confermata o in caso di infezione successiva alla prima dose, restano valide le indicazioni previste per i soggetti di età pari o superiore a 12 anni.

La circolare sul vaccino ai bambini e sui vaccinati nelle sperimentazioni

La nuova circolare del ministero della Salute fornisce delle delucidazioni anche per i vaccinati con ReiThera, il vaccino italiano di cui è ancora in corso la sperimentazione. Anche per loro sarà consentito ricevere la terza dose Pifzer o Moderna nei dosaggi autorizzati per la stessa e a distanza di almeno 5 mesi dall’ultima dose ricevuta.

Chi partecipa invece alla sperimentazione del vaccino eVax-Takis e non abbia ricevuto placebo, dovrà attenersi alle norme valide per i soggetti vaccinati all’estero con vaccino non autorizzato da Ema. Potrà dunque ricevere la dose di richiamo con Pfizer o Moderna dopo 28 giorni e fino a 6 mesi dal completamento del ciclo primario.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli