Vaccino ai professori, lezioni interrotte nelle scuole calabresi

·1 minuto per la lettura
Scuole chiuse in Calabria, due settimane di stop per vaccinare i docenti
Scuole chiuse in Calabria, due settimane di stop per vaccinare i docenti

Nella giornata del 17 febbraio il presidente della Calabria Antonino Spirlì ha annunciato la chiusura delle scuole di ogni ordine e grado sul territorio della regione per le prossime due settimane al fine di poter proseguire con la vaccinazione di tutto il personale docente: “Abbiamo iniziato una proficua interlocuzione con i sindacati. Cominceremo a vaccinare da lunedì o mercoledì. La proposta che ad oggi sembra essere stata condivisa è che le scuole rimangano chiuse per la durata della vaccinazione. Per vaccinare 59mila operatori serviranno 2-3 settimane con attivazione della Dad”.

Calabria, scuole chiuse per vaccinare i docenti

Il presidente Spirlì ha poi ribadito come la Calabria sia stata la prima regione italiana a inserire il personale scolastico tra le categorie a rischio, sottolineando come la campagna vaccinale imminente: “Ci consentirà di mettere in sicurezza i luoghi frequentati dai nostri ragazzi. Su questo ci sono degli accordi precisi con i rappresentanti del mondo scolastico. Ulteriori notizie tecniche saranno date per tempo”.

Spirlì ha inoltre proseguito il suo intervento in diretta social affermando che non esistono vaccini di serie A o di serie B, ma che tutti i vaccini attualmente disponibili sono di ottima qualità, invitando dunque i calabresi a diffidare delle affermazioni degli anti vaccinisti: “Sono tre vaccini ugual. Non andate appresso al pettegolezzo da social per il quale i no-vax continuano a seminare dubbi. Dobbiamo vaccinarci tutti, secondo le direttive del ministero. Noi inizieremo alla fine di questa settimana gli anziani ultraottuagenari, i docenti già dalla prossima settimana, le forze dell’ordine”.