Vaccino AstraZeneca alle donne, duro scontro Galli-Bassetti

·2 minuto per la lettura
Bassetti e Galli
Bassetti e Galli

Il prof. Massimo Galli è tornato a parlare in tv. Solo poche settimane fa aveva annunciato di voler prendere una pausa dalle interviste ma di recente è riapparso a Cartabianca su Rai 3 per parlare di pandemia, riaperture e vaccini anti-Covid. Il primario del reparto di Malattie infettive dell'ospedale Sacco di Milano ha espresso la sua opinione sul siero di AstraZeneca. Le sue affermazioni non sono però piaciute a Matteo Bassetti, che in un post sui social ha duramente criticato il collega, riaccendendo così lo scontro tra i due esperti.

"Il dover fare molto in fretta per le persone a maggior rischio era un dato di fatto. Ora con la popolazione più giovane si può cercare anche di scegliere il tipo di vaccino. Non vaccinerei con AstraZeneca le ragazze e le signore dai 30 ai 55 anni", ha dichiarato Massimo Galli in tv. La sua posizione riprende quella di altri Paesi ma anche di altri colleghi, come l'immunologa Antonella Viola. La dottoressa ha dichiarato, sempre tramite il mezzo televisivo, che il vaccino Astrazeneca non andrebbe somministrato alle donne sotto i 50 anni.

GUARDA ANCHE - Covid, quanto sono efficaci i vaccini?

Pronto il duro commento di Bassetti, che su Facebook ha scritto: "Come si fa a dire in una trasmissione televisiva di non fare il vaccino di AstraZeneca alle ragazze e alle signore tra i 35 e i 55 anni? Su quali basi scientifiche si basano queste affermazioni? Si tratta di una posizione personale che è contro quella di EMA e contro la letteratura scientifica britannica e internazionale".

Il primario della clinica Malattie infettive dell'ospedale San Martino di Genova ha richiamato il collega alle sue responsabilità: "Quando parli ogni sera, in ogni programma televisivo e hai una certa età, prima o poi la stupidaggine la dici. E ieri sera è stata detta grave e pesante. Qualche volta se non sai cosa rispondere, è meglio se stai zitto oppure lasci parlare chi ne sa più di te. Si eviterebbero brutte figure (ma ormai a quelle ci siamo abituati) e danni importanti nella comunicazione sui vaccini".

GUARDA ANCHE - Basseti-Ventura, scontro in tv

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli