Vaccino AstraZeneca, ecco i sintomi da segnalare al medico

webinfo@adnkronos.com (Web Info)
·1 minuto per la lettura

Il vaccino AstraZeneca ottiene il via libera dell'Ema e domani in Italia ripartiranno le somministrazioni, come annunciato dall'Aifa e dal premier Mario Draghi. Ma quali sono i segnali sospetti, quelli cioè che possono far pensare a eventi avversi o a effetti collaterali, da conoscere e monitorare? La risposta arriva dalla stessa Agenzia europea del farmaco.

VIDEO - Astrazeneca si difende: "Il vaccino è sicuro"

"Affanno, dolore al petto o allo stomaco, gonfiore o sensazione di freddo a un braccio o una gamba, mal di testa grave o in peggioramento o visione offuscata dopo la vaccinazione, sanguinamento persistente, piccoli lividi multipli, macchie rossastre o violacee o vesciche di sangue sotto la pelle: in presenza di questi sintomi", dopo la vaccinazione anti Covid con il siero di AstraZeneca, "cerca immediatamente assistenza medica e riferisci di essere stato vaccinato di recente", spiega l'Ema.

"Il vaccino Covid-19 di AstraZeneca - riporta l'ente regolatorio Ue nelle informazioni rivolte ai pazienti, dopo la valutazione effettuata sul prodotto dell'azienda anglo-svedese - non è associato a un aumento del rischio complessivo di disturbi della coagulazione del sangue". Tuttavia "ci sono stati casi molto rari di coaguli di sangue insoliti, accompagnati da bassi livelli di piastrine (componenti che aiutano il sangue a coagulare), dopo la vaccinazione. I casi segnalati erano quasi tutti in donne sotto i 55 anni". Il messaggio chiave resta che "poiché Covid-19 può essere così grave e è così diffuso, i benefici del vaccino nel prevenirlo superano i rischi degli effetti collaterali".

VIDEO - AstraZeneca, cosa succede a chi ha fatto la prima dose?