Vaccino AstraZeneca, Rezza: "Confidiamo seconda dose in tempi previsti"

webinfo@adnkronos.com (Web Info)
·1 minuto per la lettura

"In Italia sono state finora somministrate quasi 7 milioni di dosi di vaccino" anti-Covid, "con un numero estremamente limitato di reazioni avverse gravi riportate ai nostri sistemi di sorveglianza". Lo sottolinea Gianni Rezza, direttore generale Prevenzione del ministero della Salute, dopo che l'Agenzia italiana del farmaco Aifa ha sospeso in via precauzionale sull'intero territorio nazionale l'impiego del vaccino AstraZeneca.

"Confidiamo che chi ha ricevuto la prima somministrazione del vaccino AstraZeneca riceverà la seconda nei tempi previsti" dice Rezza, aggiungendo che "l'Ema si riunirà a breve per chiarire ogni dubbio in modo da poter ripartire al più presto e in completa sicurezza con il vaccino AstraZeneca nella campagna vaccinale".

Il direttore generale Prevenzione del ministero della Salute precisa che "la sospensione temporanea delle somministrazioni del vaccino" anti-Covid di "AstraZeneca è stata decisa in via soltanto precauzionale in accordo con Germania e Francia".

Il comitato per la sicurezza dell'Ema (Prac) "ha convocato una riunione straordinaria giovedì 18 marzo" annuncia l'agenzia in una nota.