Vaccino, Bassetti: "Dobbiamo arrivare a mezzo milione di dosi entro metà aprile"

·1 minuto per la lettura
Covid Bassetti picco
Covid Bassetti picco

Più volte intervenuto sulll’emergenza Covid, Matteo Bassetti aveva avvertito sui rischi della terza ondata: ora invece comunica una buona notizia, sottolineando che il picco è stato raggiunto, ma ribadendo la necessità di accelerare la campagna vaccinale.

Covid, Bassetti: “Picco raggiunto”

Ospite a DiMartedì, programma in onda su La7, il direttore della Clinica di malattie infettive dell’ospedale San Martino di Genova ha dichiarato: “Il picco è stato raggiunto e il momento di stabilizzazione della curva sta flettendo”.

Ci vuole tempo per vedere una diminuzione del numero delle terapie intensive e dei decessi. Da metà aprile si pone una riflessione su temi come la scuola e su alcune misure restrittive che forse non hanno funzionato fino in fondo. Forse, e questo lo decideranno il Cts e il governo, avere ristoranti e bar ordinati potrebbe essere un modo per far prendere fiato a una categoria colpita duramente dai lockdown. Si parla di riflessioni tra una quindicina di giorni se i contagi scenderanno”, ha precisato.

Come già rimarcato dal professor Bassetti, per frenare l’emergenza coronavirus è necessario velocizzare (e organizzare con ordine) la campagna vaccinale. L’infettivologo del San Martino di Genova, inoltre, aveva fatto sapere che l’Italia si trova al 45esimo posto sul fronte vaccini. A DiMartedì ha commentato:Bisogna correre con le vaccinazioni soprattutto per le fasce più deboli. Non possiamo tollerare di avere ospedali pieni di anziani che muoiono. Siamo arrivati a 300.000 dosi somministrate al giorno, dobbiamo arrivare a mezzo milione di dosi entro metà aprile.