Vaccino coronavirus, Lombardia, prenotazione per la fascia d’età dei 16-49enni

·2 minuto per la lettura
Prenotazioni
Prenotazioni

In Lombardia, le prenotazioni relative alla campagna vaccinale contro il coronavirus sono state aperte anche per i soggetti fragili che rientrano nella fascia di età compresa tra i 16 e i 49 anni.

Lombardia, prenotazioni vaccino Covid per soggetti fragili di 16-49 anni

La Regione Lombardia ha recentemente comunicato che, a partire dalle ore 18:00 di sabato 1° maggio, saranno ufficialmente aperte le prenotazioni per ricevere il vaccino contro il SARS-CoV-2 per tutti i cittadini di età compresa tra i 16 e i 49 anni (nati, quindi, tra il 1972 e il 2005) in possesso di un’esenzione per patologia.

Dall’analisi delle cifre rivelate nel corso degli ultimi giorni, è possibile osservare che la Lombardia rappresenta la Regione italiana nella quale il ritmo della campagna vaccinale si sta susseguendo in modo più rapido e rigoroso. Lo scorso venerdì 30 aprile, ad esempio, ha rappresentato il secondo giorno consecutivo nel quale la Regione è riuscita a somministrare un numero superiore alle 100 mila dosi di siero anti-Covid.

Lombardia, prenotazioni vaccino Covid: come procedere

Per procedere nella richiesta del proprio turno di vaccinazione, tutti i cittadini riconosciuti come “soggetti fragili” che rientrano nella fascia d’età 16-49 anni possono effettuare la prenotazione online tramite il sito della Regione Lombardia, compilando i campi con informazioni da estrapolare dalla propria tessera sanitaria e dal proprio codice fiscale.

Qualora si preferisca procedere alla prenotazione senza ricorrere a Internet, invece, è sufficiente chiamare il call center al numero gratuito 800.894.545 oppure rivolgersi agli sportelli automatici delle Poste.

Una volta ultimata la prenotazione, infine, la richiesta viene processata a livello regionale insieme a tutte le altre della medesima fascia d’età pervenute. A quel punto, viene stilato un elenco che regola l’andamento della campagna vaccinale e si procede a comunicare i rispettivi turni di vaccinazione ai cittadini.

Lombardia, prenotazioni vaccino Covid: polemiche e successi

Nel corso delle ultime settimane, la Regione Lombardia si era trovata al centro di numerose polemiche fomentate dai significativi ritardi e dai macroscopici errori emersi in fase di prenotazione dei vaccini. Una volta superata la crisi, tuttavia, la Lombardia è riuscita ad invertire il trend negativo precedentemente riscontrato ed è riuscita a far ripartire la campagna vaccinale con efficienza e velocità.

Al momento, la Regione dispone di 76 hub vaccinali dislocati su tutto il territorio, tra i quali figura anche l’Hangar Bicocca, recentemente inaugurato.

Negli ultimi giorni, quindi, il rinnovato successo riscosso in un simile contesto ha portato il commissario della Regione per la campagna Vaccinale, Guido Bertolaso, a dichiarare di essere pronto a ritirarsi dal suo incarico e lasciare la Lombardia, a seguito dell’importante traguardo raggiunto.