Vaccino covid 5-11 anni, Bassetti: "Così per virus futuro simile a influenza"

·1 minuto per la lettura

Con la vaccinazione anti-covid della fascia 5-11 anni "sarebbe molto più raggiungibile l'obiettivo di arrivare alla copertura del 95% della popolazione, configurando così per il virus un futuro molto simile all'influenza". Lo spiega all'Adnkronos Salute Matteo Bassetti, direttore Clinica Malattie infettive de Policlinico San Martino di Genova, commentando i dati positivi presentati ieri da Pfizer e BioNTech sul vaccino anti-Covid per la fascia 5-11 anni.

"Alle famiglie va detto che questo è un vaccino che, se confrontato con gli altri tradizionali che ogni anno vengono fatti ai ragazzi, ha requisiti di sicurezza anche migliori - sottolinea l'esperto - Se l'Ema darà il via libera potremmo riuscire a ridurre di molto la circolazione del virus visto che oggi non abbiamo possibilità nella fascia più giovane".

"Se questi ragazzi vengono già vaccinati per altre malattie infettive, non vedo perché non passano essere immunizzati contro il Covid - aggiunge Bassetti - Affermare il contrario è ridicolo e nasconde posizioni ideologiche che non hanno nulla a che fare con la scienza".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli