Vaccino Covid, 500 dosi distrutte: sabotaggio in ospedale Usa

webinfo@adnkronos.com
·1 minuto per la lettura

Circa 500 dosi di vaccino distrutte per un sabotaggio. Il dipendente di un ospedale di Grafton, in Wisconsin, ha deliberatamente danneggiato quasi 500 dosi di vaccino Moderna. Lo hanno appurato le indagini condotte dal dipartimento di polizia di Grafton, in relazione all'episodio avvenuto ieri nell'Aurora Medical Center. Secondo gli investigatori, il dipendente -ora licenziato- ha "rimosso intenzionalmente" 57 fiale di vaccino dai refrigeratori lo scorso 26 dicembre, costringendo la struttura sanitaria a eliminare circa 500 dosi ormai inutilizzabili. "Continuiamo a ritenere che la vaccinazione sia la nostra via d'uscita dalla pandemia. Siamo estremamente delusi, le azioni di questo individuo provocheranno un ritardo nella vaccinazione di oltre 500 persone. E' stata una violazione dei nostri valori fondanti", si legge in una nota dell'ospedale.