Vaccino Covid, anche le autorità austriache sospendono AstraZeneca

·2 minuto per la lettura
astrazeneca austria
astrazeneca austria

Dopo Norvegia e Danimarca anche l’Austria ha deciso di eliminare AstraZeneca dal proprio programma vaccinale. La decisione è stata annunciata nella giornata del 18 maggio dal ministro della Salute Wolfgang Mueckstein, motivandola con le problematiche sorte nella consegna delle dosi del vaccino e con la diffidenza delle popolazione austriaca a seguito dei rari casi di trombosi registrati in Europa. L’eliminazione del vaccino AstraZeneca non sarà tuttavia immediata ma graduale, con le somministrazioni che continueranno almeno fino all’inizio del mese di giugno.

Austria, vaccino Astrazeneca sospeso da giugno

Intervistato dall’emittente televisiva privata Plus 24, il ministro ha inoltre precisato che chi ha già ricevuto la prima dose del vaccino con AstraZeneca riceverà anche la seconda con il medesimo siero: “Probabilmente continueremo a fare prime somministrazioni fino all’inizio di giugno e poi basta”.

Mueckstein ha poi sottolineato come nonostante il vaccino sia totalmente sicuro, l’Austria ha deciso di sospenderne l’utilizzo a causa di problemi di consegna delle dosi e della sua cattiva reputazione tra la popolazione, spesso alimentata da quella che lo stesso ministro ha definito “cattiva stampa”.

Austria, Astrazeneca sospeso da giugno: le problematiche nelle consegne

Proprio in merito alle difficoltà sorte nella consegna delle dosi, la Commissione europea aveva in precedenza citato in giudizio l’azienda farmacautica anglo-svedese per non essere riuscita a consegnare le milioni di vaccini che aveva inizialmente promesso.

Sul fronte della presunta pericolosità del vaccino invece, sia l’Ema che l’Oms hanno invece ribadito la sicurezza di quest’ultimo sostenendo che i benefici superano di gran lunga i potenziali rischi per la salute. Secondo gli ultimi dati dell’Agenzia Italiana del farmcao infatti, sono stati soltanto 34 i casi di trombosi registrati nel nostro Paese successivi alla somministrazione del vaccino AstraZeneca.

Austria, Astrazeneca sospeso da giugno: i precedenti di Norvegia e Danimarca

La decisione dell’Austria segue di poco tempo quella presa da Norvegia e Danimarca di interrompere la somministrazione del vaccino AstraZeneca nei rispettivi territori. È dello scorso 13 maggio infatti la scelta del governo norvegese guidato da Erna Solberg di bloccare AstraZeneca a seguito dei casi di trombosi registrati e di sospendere in via precauzionale il vaccino di Johnson & Johnson. La sospensione definitiva da parte della Danimarca era invece stata annunciata lo scorso 14 aprile dalla Danish Health Authority, che aveva dichiarato: “Continueremo la campagna di vaccinazione contro Covid-19 senza il vaccino di AstraZeneca”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli