Vaccino Covid, Andreoni: "Italiani lo faranno, scienza batte diffidenza"

webinfo@adnkronos.com
·1 minuto per la lettura

"C'è nella maggioranza degli italiani una grande aspettativa per i vaccini anti-Covid in sviluppo, solo una piccola parte è diffidente, ma la scienza è più forte e come stiamo vedendo c'è stata una importante accelerazione nelle sperimentazioni e presto avremo un vaccino efficace e sicuro. Sono fiducioso, un buon numero di persone accetterà di farsi immunizzare". Lo rimarca all'Adnkronos Salute Massimo Andreoni, direttore scientifico della Simit (Società italiana di malattie infettive e tropicali) e primario di Infettivologia al Policlinico Tor Vergata di Roma, tornando sul sondaggio Ipsos secondo il quale un italiano su 6 rifiuterà di vaccinarsi contro il coronavirus.

"La pandemia Covid ha creato pathos nella maggioranza degli italiani anche se c'è una parte, residuale però, di negazionisti del virus - avverte Andreoni - Sono quelle persone che hanno sfiducia negli scienziati: chi sceglie di non mettersi la mascherina e, appunto, chi nutre diffidenza nei vaccini. Il Governo, quando saremo pronti con i vaccini, dovrà pensare ad una campagna di comunicazioni e informazione che spieghi ogni aspetto dell'immunizzazione così da evitare qualsiasi polemica durante la fase delicata delle vaccinazioni".