Vaccino Covid, Campania: "Netta contrarietà su piano attribuzione"

webinfo@adnkronos.com
·1 minuto per la lettura

"Netta contrarietà" è stata espressa dalla Regione Campania, nel corso della riunione delle Regioni con i ministri Boccia e Speranza e il commissario Arcuri, "ad un piano di attribuzione dei vaccini per la prima fase non commisurato a criteri oggettivi del fabbisogno".

Covid, Arcuri: "Vaccinazione di massa da gennaio"

La Campania, si legge in una nota della Regione, "ha infatti proposto che in fase di prima ripartizione del vaccini si tenesse conto della popolazione delle singole regioni. Tale proposta non è stata accolta, e si sta procedendo con un Piano che prevede evidenti ed immotivati squilibri fra le quote destinate alle diverse Regioni. La Campania ribadisce con forza il dissenso su questo modo di procedere ed insisterà nella richiesta di commisurare il piano di attribuzione dei vaccini a criteri oggettivi, che evitino qualsiasi disparità di trattamento e deprecabili competizioni territoriali", conclude la nota.