Vaccino Covid, Crisanti: "A giugno forse metà popolazione immune"

webinfo@adnkronos.com
·1 minuto per la lettura

Vedremo l’effetto della vaccinazione sull’epidemia "quando ci sarà più del 50% della popolazione immunizzata e ci si avvierà così verso la soglia della cosiddetta immunità di gregge" : "penso che le cose cambieranno nel momento in cui supereremo quel 50%, direi non prima di giugno. E verso fine anno forse arriveremo all’immunità di gregge". Ad affermarlo in un'intervista al 'Corriere della Sera' è il microbiologo Andrea Crisanti che ieri si è sottoposto alla vaccinazione contro il coronavirus.

"Più gente si vaccina, più l’indice di contagio - osserva - dovrebbe abbassarsi perché è come mettere un’altra barriera al Covid, più forte del distanziamento sociale e della mascherina. Ma il sistema di sorveglianza deve essere sempre attivo. Se tutto funziona si potrà pensare a un graduale rilassamento delle misure di contenimento. Per ora abbiamo capito due cose: che le zone gialle non funzionano e che le rosse funzionano. Non sappiamo però se funzioneranno nel momento in cui riapriremo le scuole". Se alla riapertura ripartissero i contagi, sottolinea Crisanti, "in questo caso forse varrà la pena di pensare alla vaccinazione dei ragazzi". Comunque probabilmente, sostiene Crisanti, con la mascherina fino "a fine anno".