Vaccino covid, Galli frena su terza dose

·1 minuto per la lettura

Terza dose del vaccino covid, bisogna aspettare i dati. Parola di Massimo Galli. "Da qui a fine anno-inizio 2022 mi auguro che le idee saranno molto più chiare di così, perché allo stato attuale dei fatti" dire che la terza dose di vaccino anti-Covid si farà per quella data "la trovo un'affermazione abbastanza gratuita", dice il docente di Malattie infettive all'università Statale e primario al Sacco di Milano. "Ad oggi - dice l'infettivologo all'Adnkronos Salute - non sappiamo cosa effettivamente potremo e dovremo fare, e chi dice di saperlo evidentemente ha la sfera di cristallo oppure segue indicazione del tutto formali, ma anche contraddittorie, laddove la posizione dell'Organizzazione mondiale della Sanità sulla terza dose è decisamente non favorevole".

"Per quanto riguarda cosa sarà opportuno fare - sostiene Galli - tutto dovrà passare attraverso più studi scientifici ed esperienza diretta. E al momento attuale abbiamo ancora da capire quanto effettivamente dura la copertura del vaccino sulla maggioranza delle persone. Quanto ai soggetti fragili vedremo - puntualizza - ma il concetto è che se uno fa due dosi di vaccino e non risponde non è detto che risponda alla terza, se risponde poco non si sa quanto sarà efficace la terza. Dunque, è tutto da vedere", conclude.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli