Vaccino Covid, Iss: "Con booster rischio morte 45 volte più basso rispetto a no vax"

·1 minuto per la lettura

"L'efficacia della dose di richiamo" del vaccino anti Covid "nel prevenire diagnosi e malattia severa sale al 75,5% e al 93,4%". Lo evidenzia l'aggiornamento report dell'Istituto superiore di sanità pubblicato ogni sabato. "Rimane elevata l’efficacia vaccinale nel prevenire casi di malattia severa, in quanto l’efficacia del vaccino nei vaccinati con ciclo completo da meno di 150 giorni è pari al 92,7%, mentre cala all’82,6% nei vaccinati che hanno completato il ciclo vaccinale da oltre 150 giorni", sottolineano gli esperti.

"Analizzando il tasso di decesso (nella fascia di popolazione over 80), nel periodo 22 ottobre-21 novembre" l'Iss evidenzia poi che "nei non vaccinati (153 per 100.000) è circa otto volte più alto rispetto ai vaccinati con ciclo completo da entro i 150 giorni (18 per 100.000) e 45 volte più alto rispetto ai vaccinati con dose aggiuntiva/booster (3 per 100.000)".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli