Vaccino covid a parlamentari? Salvini: "Aspetto il mio turno"

webinfo@adnkronos.com (Web Info)
·1 minuto per la lettura

"Io aspetto il mio turno, non ho fretta". Lo ha detto - interpellato dall'Adnkronos - il leader della Lega Matteo Salvini, commentando la sollecitazione fatta oggi alla Camera da alcuni deputati, nel corso dell'esame sul dl Covid, che i parlamentari e gli amministratori locali vengano vaccinati in via prioritaria.

"Valutare l’opportunità di inserire i sindaci, in qualità di autorità sanitarie locali, tra le categorie ammesse prioritariamente alla vaccinazione anti Covid nel nuovo piano vaccinale", prevede l’ordine del giorno approvato dalla Camera e presentato dai deputati dem Carmelo Miceli, Andrea Rossi, Francesco Critelli e Gian Mario Fragomeli.

"I sindaci - segnalano i parlamentari del Pd - hanno già pagato un prezzo altissimo sul fronte dell’emergenza pandemica, per tipo di attività e funzione sono sicuramente da considerare tra le categorie maggiormente esposte al rischio di contrarre il Covid".

“Alcuni parlamentari, con un ordine del giorno approvato alla Camera, chiedono di inserire i sindaci tra le categorie ammesse prioritariamente alla vaccinazione in qualità di autorità sanitarie locali. Li ringraziamo, ma ci sono tante categorie di lavoratori esposti e fragili, che dovrebbero essere vaccinati prima di noi. Noi sindaci aspetteremo il nostro turno", afferma Antonio Decaro, sindaco di Bari e presidente dell’Anci.