Vaccino Covid, presidente virologi: "Prepararsi ora a terza dose in autunno"

webinfo@adnkronos.com (Web Info)
·1 minuto per la lettura

Nella lotta contro il coronavirus sarà importante prepararsi da ora a una terza dose di vaccino in autunno, almeno per le persone più a rischio. "Non dobbiamo pensare che la campagna vaccinale in corso chiuderà la partita" contro il Covid-19, dice all'Adnkronos Salute il presidente della Società italiana di virologia (Siv-Isv), Arnaldo Caruso. "L'immunizzazione non finisce qui con un solo round: siccome il virus tornerà alla carica in autunno, dovremo far trovare almeno tutte le categorie più a rischio, anziani e fragili e chiunque altro lo vorrà, protetti con una terza dose di vaccino. Possibilmente con un prodotto rimodulato in base alle nuove varianti di Sars-CoV-2" sottolinea, avvertendo che "dobbiamo pensarci adesso, subito, e organizzarci di conseguenza. Non possiamo farci trovare impreparati come è successo l'autunno scorso con l'influenza, quando volevamo i vaccini e non li avevamo" ricorda.

"Non sappiamo con certezza quanto durerà la protezione conferita dalla vaccinazione in corso - spiega l'esperto -. Il virus tornerà" con nuove ondate e "il richiamo si rende necessario. La vaccinazione anti-Covid dunque non può finire con questa campagna, ma deve andare avanti in autunno e in inverno", ammonisce il virologo, confermando lo scenario della dose booster prospettato dalle autorità sanitarie nazionali. "L'importante è pensarci in tempo - insiste Caruso - organizzarci fin da ora e arrivare pronti".