Vaccino Covid, Remuzzi: "Ritardare seconda dose per vaccinare il doppio"

webinfo@adnkronos.com (Web Info)
·1 minuto per la lettura

Il vaccino anti coronavirus "funziona anche nei confronti della variante quindi il problema non è in questo momento non avere un altro vaccino per la variante inglese, ma è di vaccinare più persone possibili. Le dosi di vaccino siamo d'accordo che dovrebbero essere due, per lo meno per i vaccini che sono stati approvati finora, quando arriverà J&J basterà una dose". Lo ha detto Giuseppe Remuzzi, direttore dell'Istituto di ricerche farmacologiche Mario Negri a 'Mezz'ora in più' su Rai Tre. "La proposta che avevo avanzato condivisa da molti lavori scientifici a livello internazionale è quella di ritardare la seconda dose, che è stata applicata in Inghilterra - ha spiegato Remuzzi -. Si vuole semplicemente ritardare la seconda dose in modo da vaccinare il doppio delle persone, con qualunque dei vaccini che sono disponibili in questo momento approvati dall'Ema in modo da arrivare all'estate, poi penseremo alla seconda dose".

"Questo ci consente di vaccinare il doppio delle persone - ha aggiunto Remuzzi - e in un momento in cui i vaccini sono pochi e di avvicinarci a quando speriamo la circolazione del virus un po' perché stiamo all'esterno e un po' perché le temperature cambiamo, potrebbe essere rallentata".