Vaccino Covid, Renzi: "Serve l'esercito"

webinfo@adnkronos.com
·1 minuto per la lettura

"Ci vuole l'esercito per il vaccino. Si pensa che l'esercito serva solo per la movida, ma la guerra noi non la stiamo facendo allo spritz ma al virus e l'unica arma è il vaccino. Da ex premier dico che in una situazione di emergenza serve risposta di emergenza anche sulla logistica". Così Matteo Renzi a 'Mezz'ora in più' su Rai3.

Quanto al commissario per l'emergenza coronavirus, Renzi dice: "Io conosco bene Arcuri, ma questa cosa che qualsiasi emergenza venga gestita da Arcuri mi sembra un po' esagerato. Io non sono partito in quarta contro Arcuri che è un bravo manager, ma posso permettermi di dire che non c'è un superman che può gestire insieme tamponi, banchi a rotelle, vaccini... Io preferirei una gestione del vaccino come quella di Angela Merkel che ha chiamato l'esercito".

Poi l'esecutivo. "Il tema di rafforzare la squadra di governo c'è anche se non si allarga la maggioranza. Noi dobbiamo uscire da questa fase di emergenza, direi dopo la legge di bilancio, con una squadra più forte perché ci sono da spendere 200 miliardi di euro da gestire per i prossimi 30 anni" afferma il leader di Italia Viva.

Renzi parla anche del M5S: "Noi con Berlusconi abbiamo cercato di fare insieme le regole del gioco, le riforme. I 5 Stelle nel corso di questi anni ci hanno sempre attaccati dicendo che noi facevamo inciuci, ma loro non solo sono il partito politico che ha fatto un emendamento salva Mediaset, lo ha fatto con un ministro M5S e un viceministro M5S del Mise. I 5 Stelle sono arrivati ad essere il partito che concepisce norme salva Mediaset".

Renzi: "Fico non può dire che su Morra sbaglia la Rai"