Vaccino Covid, "in Spagna un registro con i nomi di chi rifiuterà"

webinfo@adnkronos.com
·1 minuto per la lettura

In Spagna ci sarà "un registro", che sarà condiviso "con altri partner europei", per "quelle persone a cui è stata offerta" la vaccinazione "e che semplicemente hanno rifiutato", così "come si fa con altri trattamenti". Lo ha detto in un'intervista televisiva a La Sexta il ministro della Salute spagnolo, Salvador Illa ribandendo al contempo che il vaccino anti Covid-19 viene somministrato "gratuitamente", si farà su base "volontaria e non è obbligatorio".

"Non è un documento da rendere pubblico e tutto sarà fatto con il massimo rispetto per la protezione dei dati", ha aggiunto il ministro riguardo il "registro" secondo le dichiarazioni riportate dal sito web del canale tv spagnolo. E all'indomani dell'inizio delle vaccinazioni in Spagna, Illa ha ribadito che i vaccini verranno somministrati "seguendo scrupolosamente gli obiettivi di priorità" fissati dal piano vaccinale, con i cittadini che verranno convocati per la somministrazione. "Il modo per sconfiggere il virus - ha aggiunto - è vaccinarci tutti".