Vaccino J&J sotto esame per legami con altri casi di effetti collaterali gravi - Cdc

·1 minuto per la lettura
Fiale e una siringa davanti al logo Johnson&Johnson

(Reuters) - Le autorità statunitensi stanno esaminando alcuni casi potenziali di gravi effetti collaterali tra persone che hanno ricevuto il vaccino Johnson & Johnson, che si vanno ad aggiungere a quegli episodi che hanno portato alla sospensione del suo utilizzo.

Lo ha detto un funzionario della sanità statunitense.

La settimana scorsa le autorità sanitarie Usa hanno chiesto la sospensione della somministrazione del vaccino J&J a causa delle notizie di gravi casi di trombosi in sei donne al di sotto dei 50 anni che avevano ricevuto il vaccino, su 7 milioni di persone vaccinate con Johnson & Johnson in tutti gli Stati Uniti.

"Ci rassicura il fatto che non si tratti di un numero esagerato di casi, ma stiamo guardando e vedendo cosa arriva", ha detto ieri Rochelle Walensky, direttrice del Center for disease control and prevention (Cdc).

La Food and drug administration (Fda)sta monitorando i database del governo statunitense in cerca di ulteriori casi di effetti collaterali, ha aggiunto Wolenski, senza fornire dettagli sulla loro natura.

Un comitato consultivo del Cdc si incontrerà venerdì per valutare i dati sugli effetti collaterali gravi e formulerà una raccomandazione sull'opportunità di riprendere l'uso del vaccino Johnson & Johnson.

(Tradotto da Luca Fratangelo in redazione a Danzica, in redazione a Milano Sabina Suzzi)