Vaccino Johnson & Johnson, richiamo: decisione Ema, quando arriva

·1 minuto per la lettura

L'Agenzia europea del farmaco Ema ha avviato la valutazione della domanda presentata da Johnson & Johnson per l'uso di una dose di richiamo del suo vaccino anti-Covid sviluppato dalla divisione farmaceutica Janssen. Il booster andrebbe somministrato almeno 2 mesi dopo la prima dose a persone di età pari o superiore a 18 anni.

L'ente regolatorio Ue spiega che "il Comitato per i medicinali a uso umano Chmp effettuerà una valutazione accelerata dei dati presentati dalla società". Questi dati includono "i risultati su oltre 14mila adulti che hanno ricevuto una seconda dose di vaccino Covid Janssen o un placebo a 2 mesi di distanza dalla dose iniziale".

Il pool di esperti valuterà se gli aggiornamenti alle informazioni sul prodotto sono appropriati. L'esito di questa valutazione, informa l'Ema, è previsto entro settimane, a meno che non siano necessarie informazioni supplementari. Il vaccino J&J, a vettore adenovirale, è attualmente autorizzato per l'uso in over 18 in versione 'monodose', cioè con vaccinazione primaria costituita da una singola iniezione.

L'Ema precisa infine che "l'attuazione delle campagne di vaccinazione nell'Ue, compreso l'uso dei richiami, rimane prerogativa dei gruppi consultivi tecnici nazionali sull'immunizzazione (Nitag) che guidano le campagne in ciascuno Stato membro. Questi organismi sono nella posizione migliore per tenere conto delle condizioni locali, compresa la diffusione del virus (in particolare qualsiasi variante di preoccupazione), la disponibilità di vaccini e le capacità dei sistemi sanitari nazionali".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli