Vaccino Moderna, nuova scoperta sulla dose booster

·1 minuto per la lettura

Mentre la variante Omicron del Covid-19 spaventa il mondo (in Italia i casi sono saliti dallo 0,5% all'1,1,% nell'arco di soli cinque giorni), arrivano buone notizie sul fronte vaccinazioni, in particolare sull'efficacia della terza dose, il "richiamo". 

La dose booster del vaccino a mRna Moderna, nel dosaggio da 50 microgrammi attualmente autorizzato, aumenta i livelli di anticorpi neutralizzanti contro la terribile variante del virus di circa 37 volte rispetto ai livelli pre-boost. Si è scoperto, inoltre, che una dose di 100 microgrammi aumenta i livelli di anticorpi neutralizzanti addirittura di 83 volte rispetto a livelli pre-boost. 

Sono i dati preliminari, annunciati dalla compagnia farmaceutica, che includono sieri di 20 riceventi il richiamo a ciascuna delle dosi considerate. La Società ha anche comunicato i dati di sicurezza e tollerabilità dello studio di Fase 2/3 per il booster 100 microgrammi.

GUARDA ANCHE - Perché Omicron è così contagiosa?

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli