Vaccino ogni 4 mesi? Crisanti: "Non salutare per sistema immunitario"

·1 minuto per la lettura

"E' salutare per un organismo stimolare il sistema immunitario ogni 3 o 4 mesi? Sicuramente non lo è. Bisognerebbe arrivare ad un vaccino di seconda o terza generazione, penso ci arriveremo nel giro di un anno o due". Sono le parole del professor Andrea Crisanti che, a Non è l'arena, risponde così alle domande sull'ipotesi di una nuova dose booster del vaccino contro il covid.

Si discute sull'opportunità di rivedere il bollettino quotidiano dei contagi. Alcuni esperti, tra cui il professor Matto Bassetti, affermano che i report quotidiani con il numero di contagiati finiscono solo per creare un'inutile ansia. "Quando lei va in autostrada, guarda l'indicatore di velocità per capire se si trova in una situazione di pericolo. Uno degli indicatori della pandemia è il numero dei casi: le persone che finiscono in ospedale e in rianimazione sono un effetto collaterale del virus. Queste dichiarazioni" sull'abolizione del bollettino "sono da analfabeti di epidemiologia", dice Crisanti.

"E' assolutamente sbagliato non conteggiare i casi. Supponiamo che non avessimo oggi il numero degli infetti e sapessimo che ci sono stati 313 morti: molti sarebbero indotti a pensare che i vaccini non funzionino. Il fatto che i vaccini funzionino emerge dal rapporto tra il numero di chi contrae la malattia e il numero dei decessi".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli