Vaccino, Sileri: "Resistenze nei giovani colpa di sedicenti scienziati"

·1 minuto per la lettura

Sul vaccino in Italia, "abbiamo raggiunto il target del 50% della popolazione vaccinata ma non è ancora sufficiente. Abbiamo in tutte le fasce d'età persone che non si sono vaccinate mentre i giovani che vogliono, giustamente, viaggiare devono vaccinarsi. Poi ci sono resistenze, comprensibili, nella fascia tardo adolescenziale legate anche ad certa disinformazione nei confronti dei vaccini di sedicenti scienziati e 'candidati' premi Nobel". Lo ha evidenziato il sottosegretario alla Salute Pierpaolo Sileri, nel suo intervento alla presentazione online dell'iniziativa 'Che Cosa è Successo?', promossa dall’Associazione Pancrazio, in cui cinque super eroi spiegano ai bimbi la necessità di non abbassare la guardia.

"I bambini, gli anziani e le donne - ha continuato - hanno pagato il prezzo più alto della pandemia. Gli anziani hanno pagato il prezzo più alto in vite umane, le donne con lo smart-working hanno dovuto far fronte anche al fatto di avere i figli piccoli a casa e i bambini non hanno avuto visite, non hanno visto gli amichetti - ha spiegato Sileri - ma solo persone con la mascherina e non hanno socializzato".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli