Vaccino Sputnik, Galli: "Dati incoraggianti, spero tempi brevi Ema"

webinfo@adnkronos.com (Web Info)
·1 minuto per la lettura

"Sul vaccino russo Sputnik i dati su 'Lancet' sono favorevoli. Trovo che la decisione di utilizzare un doppio vettore per le due dosi sia una posizione originale dei ricercatori russi. E' un approccio interessante, che è stato utilizzato in studi collaborativi anche con AstraZeneca. I risultati sono assolutamente incoraggianti e importanti". Massimo Galli, infettivologo dell'ospedale Sacco e dell'università Statale di Milano, si esprime così partecipando alla tavola rotonda online 'Evoluzione della pandemia, vaccino russo Sputnik V, sue caratteristiche e prospettive di utilizzo', promosso dal Forum di dialogo Italo-Russo.

"Come si potrà usare al di fuori della Russia? Mi auguro che le difficoltà, che sono state poste sui processi autorizzativi da parte di Ema, siano facilmente risolte in tempi brevi".

"Da noi in Italia c'è una terza ondata e serve un uso estensivo e valido della vaccinazione e credo che il contributo di ogni vaccino, in questo caso lo Sputnik, è sicuramente un'arma in più che ci farebbe comodo".