Vaiolo delle scimmie, Fauci: "È una situazione che dobbiamo prendere sul serio"

Director of the National Institute of Allergy and Infectious Diseases Dr. Anthony Fauci testifies during the Senate Appropriations Subcommittee on Labor, Health and Human Services, and Education, and Related Agencies hearing to examine proposed budget estimates for fiscal year 2023 for the National Institutes of Health on Capitol Hill in Washington, U.S., May 17, 2022. Shawn Thew/Pool via REUTERS
Vaiolo delle scimmie, Fauci: "È una situazione che dobbiamo prendere sul serio" Shawn Thew/Pool via REUTERS

Non solo Covid, Candida Auris e West Nile: preoccupa anche la diffusione del vaiolo delle scimmie. I casi, infatti, appaiono in crescita nel mondo e l'allerta resta alta. L'Europa si mobilita per fare scorte di vaccini e da oltreoceano arriva l'allarme di Anthony Fauci.

VIDEO - Vaiolo delle scimmie, come proteggersi?

Alla Cnn il consigliere medico della Casa Bianca ha messo in guardia sui rischi del vaiolo delle scimmie, in un periodo in cui negli Usa i contagiati appaiono in crescita. I Centri statunitensi per il controllo e la prevenzione delle malattie hanno individuato almeno 1.814 casi probabili o confermati. Per Fauci, "è una situazione che dobbiamo assolutamente prendere sul serio". Quindi ha precisato: "Non ne conosciamo ancora la portata e il potenziale, ma dobbiamo comportarci come se avesse la capacità di diffondersi in modo molto più ampio di quanto si stia diffondendo in questo momento".

LEGGI ANCHE: Vaiolo delle scimmie: uno studio rivela la presenza del Monkeypox nella saliva e nello sperma

L'andamento, tuttavia, potrebbe essere in rialzo e i numeri accertati non si esclude che siano sottostimati. "Ogni volta che emerge qualcosa del genere probabilmente si sta sempre guardando quella che potrebbe essere, ancora non lo sappiamo, la punta dell'iceberg. Quindi questo è il motivo per cui dobbiamo effettuare i test in maniera più vigorosa", è il commento dell'esperto.

GUARDA ANCHE - A New York code per vaccinarsi contro il vaiolo delle scimmie

Intanto le autorità sanitarie americane lanciano l’allarme sui vaccini contro il vaiolo delle scimmie: la domanda aumenta ma non si hanno scorte sufficienti. "Non abbiamo ancora tutto il vaccino che vorremmo in questo momento", ha spiegato il direttore dei Centri statunitensi per il controllo delle malattie (Cdc), Rochelle Walensky.

In Italia, invece, sono arrivate le prime 5.300 dosi di vaccino "per proteggere i cittadini e rispondere a questa epidemia". Finora in Ue sono stati registrati "6mila casi" e i numeri appaiono "in rialzo del 50% rispetto alla settimana scorsa”. Le cifre destano quindi "seria preoccupazione per la salute pubblica”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli