Vaiolo delle scimmie, nel Regno Unito casi salgono a 190: solo 2 donne a Londra

(Adnkronos) - Salgono a 190 i casi confermati di vaiolo delle scimmie nel Regno Unito, identificati dal 6 al 31 maggio. Di questi, 183 sono stati registrati in Inghilterra, 4 in Scozia, 2 in Irlanda del Nord e uno in Galles. E' quanto riporta l'ultimo aggiornamento dell'Agenzia per la sicurezza sanitaria Ukhsa.

In Inghilterra - dettaglia il bollettino - l'86% dei casi riguarda residenti a Londra e solo 2 sono donne. La maggior parte dei contagi (87%) si è verificata in persone di età compresa tra 20 e 49 anni. Secondo le informazioni disponibili, 111 casi sono stati rilevati nella comunità Gbmsm (gay, bisessuali o maschi che fanno sesso con maschi).

E' la prima volta che il virus viene trasmesso da persona a persona in Inghilterra, senza collegamenti di viaggio con un Paese in cui la malattia è endemica, evidenzia la Ukhsa. Il 18% delle persone con diagnosi confermata di Monkeypox virus ha riferito viaggi all'estero in diversi Paesi europei nei 21 giorni precedenti l'esordio dei sintomi. Finora le indagini hanno identificato collegamenti a bar gay, saune e uso di App di appuntamenti nel Regno Unito e all'estero. Le ricerche epidemiologiche continuano, ma al momento non è stato identificato alcun singolo fattore o singola esposizione che colleghi i casi.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli