Vaiolo delle scimmie: si trasmette col sesso. Occhi puntati su alcuni rave

Vaiolo delle scimmie: si trasmette col sesso. Occhi puntati su alcuni rave (REUTERS/Dado Ruvic/Illustration)
Vaiolo delle scimmie: si trasmette col sesso. Occhi puntati su alcuni rave (REUTERS/Dado Ruvic/Illustration)

Il virus del vaiolo delle scimmie è mutato? Secondo l'Organizzazione mondiale della Sanità, per scoprirlo bisogna analizzare la sua sequenza genetica. Lo ha spiegato Rosamund Lewis, a capo della ricerca sul vaiolo delle scimmie nell'ambito del programma per le emergenze dell'Oms. Nel frattempo, alcuni studi sui casi di vaiolo delle scimmie in Europa indicano che, con molta probabilità, il crescente focolaio nei Paesi non endemici sia connesso ad attività sessuali.

LEGGI ANCHE: Vaiolo delle scimmie, aumentano i casi in Europa

GUARDA ANCHE IL VIDEO: Cos’è il vaiolo delle scimmie

L’Oms sottolinea che "i casi vengono rilevati nelle comunità di uomini che hanno rapporti sessuali con uomini, ma non è una malattia omosessuale, come hanno cercato di etichettare alcune persone sui social network». Invece, secondo le autorità sanitarie potrebbe esserci una connessione tra il diffondersi del virus in Europa e alcuni rave tenutisi in alcune zone precise di Spagna e Portogallo, dove sono stati registrati molti casi in un determinato arco di tempo collocabile tra le prime due settimane di maggio. In particolare, i riflettori sono puntati su alcuni rave party organizzati nei due Paesi iberici, duranti i quali il virus potrebbe essersi diffuso.

LEGGI ANCHE: Arezzo, un caso di "Monkeypox": colpa di un grande evento alle Canarie?

GUARDA ANCHE IL VIDEO: Vaiolo delle scimmie, aumentano i casi in Europa

David Heymann dell'Oms ha detto: "È molto probabile che qualcuno sia stato infettato, abbia sviluppato lesioni sui genitali, sulle mani o da qualche altra parte, e poi lo abbia diffuso ad altri quando c’era un contatto sessuale o stretto". Maria Van Kerkhove, a capo della ricerca sulle malattie emergenti dell'Organizzazione mondiale della sanità, ha aggiunto: "Intendiamo bloccare la trasmissione del virus da uomo a uomo e siamo in grado di farlo nei Paesi in cui il vaiolo delle scimmie non è endemico. Siamo in una situazione nella quale possiamo utilizzare strumenti di sanità pubblica per identificare i casi precocemente e affrontarne l'isolamento". Quindi ha spiegato che il contagio avviene attraverso uno stretto contatto fisico, pelle a pelle.

LEGGI ANCHE: Vaiolo delle scimmie, Oms: "Trasmissione atipica ma non è Covid"

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli