Vaiolo scimmie: Ue acquista altre 170mila dosi di vaccino

featured 1646263
featured 1646263

Roma, 7 set. (Adnkronos Salute) – L'Unione europea si è assicurata 170.920 ulteriori dosi del vaccino di terza generazione di Bavarian Nordic per rispondere all'attuale epidemia di vaiolo delle scimmie e soddisfare il fabbisogno più immediato. Queste ulteriori dosi saranno disponibili per la consegna entro la fine dell'anno. Lo rende noto la stessa Commissione Ue, ricordando che il numero totale di dosi acquistate direttamente dall'Unione per gli Stati membri sale così a 334.540.

I vaccini contro il vaiolo delle scimmie già acquistati e finanziati dall'Ue continuano intanto a essere distribuiti nelle prossime settimane e nei prossimi mesi agli Stati membri dell'Ue, alla Norvegia e all'Islanda, si legge ancora nella nota. "Sebbene il numero di casi di vaiolo delle scimmie sia sceso nell'Ue nelle ultime settimane – ha commentato Stella Kyriakides, commissaria per la Salute e la sicurezza alimentare – la minaccia è tuttora presente e non possiamo abbassare la guardia. Dobbiamo mantenere il ritmo nei nostri sforzi per proteggere i cittadini, soprattutto i più vulnerabili. La preparazione è fondamentale per rispondere rapidamente alle emergenze sanitarie".

L'acquisto, sottolinea una nota dell'Esecutivo Ue, è stato perfezionato dall'Agenzia esecutiva della Commissione per la salute e il digitale (Hadea), che ha acquistato il vaccino per l'Autorità europea per la preparazione e la risposta alle emergenze sanitarie (Hera) e per conto dell'Hera, che a sua volta metterà i vaccini a disposizione degli Stati membri dell'Ue, della Norvegia e dell'Islanda. Per soddisfare il fabbisogno a medio termine degli Stati membri, l'Hera ha anche avviato procedure di appalto congiunto per ulteriori vaccini e terapie. Queste iniziative, assieme al parere dell'Ema sull'uso intradermico del vaccino contro il vaiolo delle scimmie, garantiranno una protezione più rapida dei più vulnerabili e accelereranno la vaccinazione dei cittadini a rischio.