Val d'Aosta, stop a 700 confezioni alimenti per scuole e ospedali -2-

Voz

Roma, 15 nov. (askanews) - Ad esito delle verifiche e riscontro della differente qualità degli alimenti rispetto agli obblighi concordati, il legale responsabile della ditta di ristorazione collettiva è stato deferito all'Autorità giudiziaria di Aosta per l'ipotesi di reato di frode continuata nelle pubbliche forniture.

L'operazione ha consentito ai militari del Nas di impedire che i prodotti venissero destinati, in carenza di qualità organolettica e commerciale, alle mense ed ai servizi di ristorazione di Amministrazioni pubbliche come scuole ed ospedali presenti nella regione Valle d'Aosta.

Durante il controllo sono inoltre emerse criticità igienico-sanitarie che hanno comportato la contestazione di violazioni amministrative pecuniarie e l'imposizione all'azienda di catering di adottare misure correttive urgenti.