Valente (Pd): discontinuità anche su diritti donne

Bar

Roma, 25 ago. (askanews) - "Siamo tutti d'accordo che se un governo deve nascere dalle ceneri della disastrosa esperienza Lega-M5S la prima dote che deve portare con sé è la discontinuità. Lo deve essere su molti fronti ma mi permetto di sottolinearne uno in particolare: quello dei diritti e delle libertà delle donne". Lo ha scritto in un post su Fb la senatrice Valeria Valente, presidente della commissione di inchiesta parlamentare per il femminicidio.

"Il dialogo con il M5S è delicato e sicuramente non facile - ha aggiunto - ma può, tra le altre cose, essere anche e finalmente l'occasione per archiviare in maniera definitiva il progetto oscurantista sulla famiglia ideato da Salvini".

"I Cinquestelle, pur avendo in questi mesi mostrato altra sensibilità, non hanno avuto sin qui la forza politica necessaria per bloccare il peggior disegno di legge sulle libertà delle donne. Adesso possono costruire insieme a noi l'occasione per chiudere in maniera chiara la stagione salviniana e rimettere così sul sentiero giusto il faticoso cammino per la vera affermazione dei diritti e delle libertà donne, a partire dal l'immediato ritiro del ddl Pillon", ha concluso Valente.