Valentin Yumashev lascia il suo incarico e fonti anonime dicono che sia in disaccordo con la guerra

Valentin Yumashev
Valentin Yumashev

Ancora dimissioni di un consigliere di Vladimir Putin che sembra perdere pezzi del suo cerchio magico: Valentin Yumashev lascia il suo incarico e fonti anonime dicono che sia in disaccordo con la guerra. Yumashev è il genero dell’ex presidente russo Boris Eltsin e la sua decisione di dimettersi da consigliere ha un peso specifico notevole. Secondo quanto riportato da Reuters l’addio al Cremlino di Yumashev sarebbe stato dato in realtà già nel mese di aprile. Chi lo dice? Innanzitutto Lyudmila Telen, primo vicedirettore esecutivo del Boris Eltsin Presidential Center.

Nuove dimissioni di un consigliere di Putin

Ma ci sarebbe anche una ulteriore fonte, anonima, che ha spiegato innanzitutto che l’indiscrezione è vera, poi che Yumashev ha maturato malumore e sfiducia nei confronti della guerra contro l’Ucraina. Yumashev è sposato con la figlia di Eltsin, Tatyana ed aveva un ruolo fondamentale: era l’uomo-cerniera fra l’amministrazione Putin e il governo di Eltsin, che era noto per le riforme liberali e aperture verso l’Occidente.

Via l’uomo cerniera con il “giro” di Eltsin

Con il “lascio” di Yumashev sembra che lo zar sia adesso ancor più libero di agire in maniera autarchica insomma. Con Putin Yumashev non aveva incarichi ufficiali mentre con Eltsin, presidente dal 1991 al 1999, era stato invece capo dell’amministrazione presidenziale. Sulle dimissioni di Yumashev non c’è stato alcun commento da parte del portavoce del Cremlino Dmitry Peskov, che non ha rilasciato dichiarazioni.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli