Valori nutrizionali e qualità del miglio

miglio

Il miglio è un cereale che trae le sue origini dal lontano oriente. Infatti questo cereale era già coltivato e consumato in Cina più di 10.000 anni fa. Il miglio nel corso dei secoli è stato relegato a mangime per animali, in particolar modo per gli uccelli. Recentemente, grazie a una rivalutazione delle sue proprietà nutritive, il miglio ha conosciuto una nuova fama.

Ecco tutte le proprietà del miglio:

Caratteristiche e principi nutritivi

Il miglio è un cereale molto piccolo e rotondo, di colore giallo. È ricco di sostanze minerali come ferro, magnesio, fosforo, potassio e silicio. Contiene anche vitamina A e vitamine del gruppo B, soprattutto B1, B2, B3 e folati. Cento grammi del cereale equivalgono a 340 kcal. Apporta una buona quantità di carboidrati (65 grammi), mentre le fibre totali sono 8,5 grammi. In una tale porzione, il miglio apporta al nostro organismo circa 12 grammi di proteine. Non contiene glutine, per cui è ottimo per una dieta gluten-free.

Regola il colesterolo

Il miglio, se consumato abitualmente, apporta diversi benefici al nostro organismo. Ad esempio può migliorare i valori glicemici in pazienti con diabete di tipo 2, i trigliceridi e il colesterolo LDL.

Regola la funzione gastrointestinale

Il cereale è particolarmente consigliato se si hanno problemi all’apparato digerente. Infatti, è facilmente digeribile e per questo è indicato in caso di acidità di stomaco e gastrite. È consigliato anche dopo il consumo di pasti troppo abbondanti.

Il miglio, essendo ricco di fibra, ha un’azione efficace sulla funzionalità intestinale. Può essere definito come lassativo naturale, ottimo in caso di stitichezza, stipsi e costipazione. Oltre a ciò, è in grado di alleviare i sintomi di crampi e gonfiore addominale, prevenendo al tempo stesso l’insorgere di ulcere gastriche e calcoli biliari.

Regola la pressione sanguigna

Il miglio apporta benefici anche all’apparato cardiovascolare. Al suo interno, infatti, contiene magnesio e potassio che regolano la pressione sanguigna, agendo come vasodilatatori. In questo modo prevengono l’insorgere di patologie come arteriosclerosi, ictus e infarti.

Depurativo, disintossicante e antistress

Il miglio è ricco di antiossidanti e questo lo rende un alimento perfetto per contrastare l’invecchiamento dell’organismo. Non solo, aiuta anche fegato e reni nella loro funzione depurativa, aiutando ad eliminare l’eliminazione di tossine dal corpo.

Nel cereale è presente anche l’acido salicilico, ottimo per la pelle. Tale sostanza stimola la formazione di cheratina, elemento utile per capelli, denti e unghie.

Infine, questo cereale contiene anche la serotonina, perfetta per chi soffre di depressione, stress o cattivo umore. Infatti tale sostanza ha un’azione calmante e rilassante sul nostro organismo.

Controindicazioni

Il miglio deve essere evitato da chi è allergico alle graminacee. Chi soffre di ipotiroidismo deve evitarne il consumo, perché altera il metabolismo dello iodio, elemento fondamentale per il buon funzionamento della tiroide.