Van der Leyen: Russia ostile, lede leggi internazionali

Mos

Roma, 18 lug. (askanews) - La neopresidente della Commisione europea Ursula van der Leyen, in un'intervista a una serie di testate giornalistiche europee tra le quali Repubblica, ha accusato la Russia di ledere il diritto internazionale e di cercare di dividere l'Europa.

"Siamo testimoni da un po' di un atteggiamento ostile da parte della Russia. Che spazia dalla lesione di leggi internazionali, come l'annessione della Crimea, al tentativo di dividere l'Europa il più possibile. Il Cremlino non perdona nessun tipo di debolezza", ha detto il nuovo numero uno dell'Esecutivo europeo.

"Dalla nostra posizione di forza - ha proseguito - dovremmo mantenere le sanzioni e offrire allo stesso tempo il dialogo. Stiamo anche migliorando nello smantellamento delle campagne diffamatorie e delle campagne via social media nutrite da fake news. Il nostro privilegio, in quanto democrazie, è quello di rispondere con trasparenza, libertà di stampa e un dibattito aperto".