Vandali a Firenze: imbrattata la targa in onore di Idy Diene

vandali firenze

Sul ponte Vespucci di Firenze, più di un anno fa era stata apposta una targa in memoria del senegalese Idy Diene, ucciso da Roberto Pirrone. Quella stessa targa, però, questa notte è stata presa di mira dai vandali che l’hanno completamente imbrattata con della vernice. Al momento non è nota l’identità dei vandali. La targa recitava: “A Idy Diene, assassinato da mano razzista, 5 marzo 2018“.

Vandali a Firenze: targa imbrattata

La notizia è stata data via social dall’Arci di Firenze: “Il limite è stato superato da tempo. Reagiamo insieme, decisi e risoluti, per fermare una deriva inquietante che vorrebbe imporsi in ogni città. Firenze e l’Italia intera sono antifasciste e antirazziste. Non un passo indietro“. Solo qualche ora dopo un gruppo di cittadini si è recato sul ponte e ha ripristinato la targa.

Idy Diene: ucciso da un italiano

Idy Diene è stato ucciso il 5 marzo 2018 dal tipografo 65enne Roberto Pirrone in pensione e con problemi economici. L’uomo uscì dalla sua abitazione armato di pistola con l’intenzione di suicidarsi. Sul Ponte Vespucci ha però incontrato il senegalese e anziché rivolgere l’arma verso sé stesso decise di uccidere un venditore senegalese che in quel momento stava transitando sul ponte. La scena è stata interamente ripresa dalle telecamere. In primo grado Pirrone è stato condannato a 16 anni di carcere con rito abbreviato. In secondo grado, però, la Corte d’Appello ha riconosciuto l’aggravante dei futili motivi nei confronti dell’imputato, motivo per il quale la pena è stata trasformata in 30 anni di carcere.