Vanno a vaccinarsi all'hub di Codogno, ma trovano chiuso per un errore

Manuela D'Alessandro
·1 minuto per la lettura

AGI - Caos stamattina a Codogno, luogo simbolo del Covid. Per un errore di Asst Lodi, l'azienda sanitaria del territorio, oltre un centinaio di persone, per lo più over 80, sono state convocate al Palasport, scelto come hub vaccinale, che però era chiuso.

A quanto apprende l'AGI, l'Asst ha inviato per errore ad Aria, la società regionale che gestisce le vaccinazioni, un modulo in cui c'era scritto che le somministrazioni sarebbero state effettuate il 23 marzo presso l'hub, dopo che nei giorni scorsi erano avvenute nell'ospedale della cittadina.

Un errore di data perché in realtà era il 24 il giorno prescelto del 'cambio di guardia' tra ospedale e Palasport. Aria, questa volta 'incolpevole' rispetto ai disguidi dei giorni scorsi che hanno portato all'azzeramento dei suoi vertici, ha ricevuto la comunicazione e ha inviato la data sbagliata via sms ai cittadini che si sono presentati al Palasport e, sconcertati, hanno preso atto che era chiuso.

Grazie all'intervento anche dei volontari della Protezione civile, sollecitata dal comune di Codogno per iniziativa del sindaco Francesco Passerini, le persone sono state 'dirottate' in ospedale dove, a quanto si apprende, la maggior parte di loro sarebbe stata comunque vaccinata.

I convocati per la somministrazione del siero, molti di loro data l'età con patologie che rendono difficili gli spostamenti, si erano presentati alle 8 del mattino al Palasport come da convocazione.