Vanzago, madre e figlio trovati morti in casa

anziana-morta-milano

Tragedia a Vanzago, in provincia di Milano, dove un’anziana donna di 80 anni e il figlio 51enne sono stati trovati morti nella loro abitazione nella giornata del 9 giugno. La scoperta dei due cadaveri è avvenuto intorno alle 18:50 di martedì, dopo che in mancanza di loro notizie il datore di lavoro dei due aveva richiesto l’intervento delle forze dell’ordine. Dalle prime analisi sul posto sembra che l’uomo si sia suicidato mentre la madre è morta di morte naturale.

Anziana trovata morta assieme al figlio

Nell’appartamento, la cui porta d’ingresso non presentava segni di effrazione, sono successivamente sopraggiunti gli agenti della polizia locale, dei vigili del fuoco e i carabinieri delle stazioni di Arluno e Legnano, che si sono trovati davanti i corpi ormai senza vita della donna e del figlio. Quest’ultimo presentava una ferita di arma da fuoco alla testa, mentre il corpo dell’anziana non aveva segni di violenza che facessero pensare alla dinamica di un omicidio suicidio. L’arma utilizzata dal 51enne era una doppietta intestata al defunto padre dell’uomo.

Secondo l’ipotesi avanzata dagli uomini delle forze dell’ordine, appare probabile che la donna dia deceduta per cause naturali e che il figlio, travolto dal dolore per la perdita della madre, si sia suicidato sparandosi un colpo d’arma da fuoco alla testa. Al momento l’abitazione dove sono stati rinvenuti i corpi è stata posta sotto sequestro mentre i cadaveri di madre e figlio sono già stati trasportati presso l’istituto di medicina legale dove nei prossimi giorni verrà eseguita l’autopsia.