Varese, abbonamenti pirata a pay-tv: 1.800 denunciati

·1 minuto per la lettura

Uomo residente in provincia di Varese è indagato per l’esercizio di un’attività di commercio di abbonamenti 'pirata' ai contenuti televisivi e multimediali di piattaforme televisive a fronte del versamento di un canone mensile, che gli ha fruttato proventi illeciti per 500mila euro. L'uomo offriva, dietro il pagamento di un canone periodico a proprio favore, servizi televisivi a pagamento su tutto il territorio nazionale tramite proprie piattaforme internet ed è stato denunciato per i reati di contraffazione, violazione della proprietà intellettuale e frode informatica. Le indagini hanno consentito ai militari di identificare oltre 1.800 clienti che, per usufruire dell’abbonamento Iptv pirata, hanno effettuato pagamenti mediante bonifici bancari o ricariche con carte prepagate. Sono stati tutti denunciati per ricettazione.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli