Varese, adesca minori sul web fingendosi donna e ne abusa: preso

Alp

Milano, 7 nov. (askanews) - Un operaio di 48 anni è stato arrestato dai carabinieri con l'accusa di aver abusato sessualmente di almeno quattro minorenni. Ragazzini tra i 15 e i 17 anni che, secondo l'accusa, l'uomo avrebbe agganciato su Facebook attraverso il falso profilo di un'attraente ragazza: dopo essersi fatto inviare foto esplicite, invitava la sera le vittime prospettandogli di fare sesso nella sua abitazione di Saronno (Varese), dove li aspettava nascosto al buio vicino alla porta d'ingresso, con indosso una parrucca da donna e parlando in falsetto per non farsi scoprire.

Secondo quanto riferito dagli investigatori, a far scattare l'indagine, è stato, nell'agosto scorso, l'intervento a casa dell'indagato di una pattuglia di carabinieri che avevano sorpreso il padre di una delle presunte vittime che, probabilmente in procinto di farsi giustizia da solo, stava litigando furiosamente con il 48enne.

Nei confronti dell'uomo, che già in passato aveva adescato altri ragazzini, i militari hanno eseguito un'ordinanza di custodia in carcere emessa dal gip di Milano per violenza sessuale su minori aggravata dalla sostituzione di persona, adescamento di minorenni e detenzione di materiale pedopornografico.