Variante Delta, boom contagi covid in Olanda

·1 minuto per la lettura

Boom di contagi da coronavirus in Olanda per la variante Delta. Nell'ultima settimana sono stati riscontrati 51.957 nuovi casi positivi, con un aumento del 500% rispetto ai sette giorni precedenti, ha reso noto oggi l'istituto per la salute olandese (Rivm), citato dai media olandesi.

L'indice di riproduzione del coronavirus è salito a 2,17, il più alto mai registrato in Olanda. Il tasso di incidenza nell'arco di sette giorni è ormai di 270 casi ogni centomila abitanti. Per fare un paragone, nella confinante Germania l'incidenza è di 6,5 casi ogni 100mila abitanti. Secondo l'Rivm il 60-65% dei casi è dovuto alla variante delta e i contagi sono schizzati in alto nella fascia d'età 18-24 anni, in gran parte non vaccinata. Al momento non si assiste anche ad una crescita di ricoveri e decessi.

L'impennata di nuovi casi arriva dopo che il 26 giugno il governo aveva sollevato praticamente tutte le restrizioni, riaprendo anche discoteche e nightclub che erano chiusi da 15 mesi. Venerdì il primo ministro Mark Rutte ha dovuto fare marcia indietro, chiudendo i locali notturni e imponendo a bar e ristoranti di non rimanere aperti oltre mezzanotte. Rutte si è poi scusato pubblicamente per "l'errore di giudizio".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli