Variante Omicron, Cartabellotta: "Tempo di Green pass a messa"

·1 minuto per la lettura

Natale e variante Omicron del Covid in circolo in Italia? Per Nino Cartabellotta "è il momento giusto per il Green Pass obbligatorio a Messa". Questa la 'proposta' lanciata via Twitter dal presidente della Fondazione Gimbe, cui gli utenti hanno risposto dividendosi fra favorevoli e contrari.

"Io sono contrario ad obblighi e green pass per qualsiasi categoria o fascia d'età, ma sapendo di essere scandalosamente impopolare - replica un utente - dico che secondo me bisognava PARTIRE proprio dai luoghi in cui si riuniscono molti anziani (e sul ritiro delle pensioni) a botte di green pass". E ancora: "Non si capisce perché non lo fosse anche prima", "Pensavo ci fosse già… ridicolo non averlo previsto". Ma non tutti sembrano essere d'accordo: "Io - twitta in replica un altro utente - credo che sia finito il momento di perseguitare quella categoria piuttosto che quell’altra, dato che con green pass entriamo in palestre, cinema e ristoranti belli affollati. In chiesa vedo anziani distanziati che non si tolgono mai la mascherina, spesso FFP2".

"Ma scusi - chiede ancora un altro Twitter -, la maggior parte di chi ha il green pass è senza terza dose, senza terza dose non si è protetti da omicron, non ho ancora dati su ospedalizzazioni vaccinati Vs. Non vaccinati con omicron. Il senso quindi quale sarebbe?". Non manca infine la consueta ironia della rete: "Io - scherzano - farei anche green pass per la confessione, super green pass per l'assoluzione dai peccati".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli