Variante Omicron, Gismondo: "Allarmismo da incoscienti"

·1 minuto per la lettura
variante omicron
variante omicron

C’è grande preoccupazione sulla nuova mutazione del Covid proveniente dal Sudafrica, chiamata variante Omicron. Ma alcuni esperti non sono d’accordo: si tratterebbe sono di inutile allarmismo.

Variante Omicron, Maria Rita Gismondo: “Allarmismo da incoscienti”

Allarmismo da incoscienti“: così Maria Rita Gismondo, direttrice del Laboratorio di microbiologia clinica, virologia e diagnostica delle bioemergenze dell’ospedale Sacco di Milano, ha definito la situazione attuale, dove l’allerta è molto alta a causa della nuova variante sudafricana. Proprio il ministro Speranza ha chiesto massima attenzione, ma per alcuni esperti si tratterebbe di tanto rumore per nulla.

Variante Omicron, Gismondo: “Non ne conosciamo le caratteristiche”

“Si stanno già diffondendo voci allarmistiche” conferma la dott.ssa Gismondo in merito alla variante Omicron. E le conseguenze sono quelle che: “Abbiamo già visto, con il crollo in borsa -commenta-. È assolutamente da incoscienti comunicare che si tratta di una variante pericolosissima e super contagiosa perché, al momento, non ne conosciamo le caratteristiche” ha ammonito la direttrice del Laboratorio di microbiologia clinica dell’ospedale Sacco.

Variante Omicron, Gismondo: “I laboratori stanno lavorando”

La Gismondo spiega come di questa variante si sappia poco o nulla, e che prima di parlare, quindi, bisognerebbe aspettare i risultati degli studi. “I laboratori di riferimento stanno studiando per tracciare e conoscere questa variante. E se da un lato, come sanità pubblica, è doveroso mantenere la massima allerta perché non si diffondano i contagi, dall’altro lato è doveroso, da parte dei media e degli esperti, di evitare allarmismi” conclude la dottoressa.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli