Variante Omicron Italia, Crisanti: "40mila casi a gennaio, virus diverso da Delta"

·1 minuto per la lettura

Circa 40mila contagi al giorno a gennaio in Italia per colpa della variante Omicron. E' lo scenario che delinea il professor Andrea Crisanti a Un giorno da pecora. "La variante Omicron e la variante Delta sono due virus diversi. Omicron è talmente differente che gli anticorpi sviluppati contro Delta non funzionano" contro la variante Omicron.

La nuova variante "in Italia già c'è, bisogna solo darle il tempo di diffondersi. Non credo dovremo aspettare molto per documentare la prevalenza, in 4-6 settimane avrà un peso importante. Ha un vantaggio rispetto alla variante Delta: infetta anche chi è vaccinato con 2 dosi, pur non causando sintomi gravi. Con la terza dose di vaccino, invece, si ha una protezione importante, attorno al 70-80%", dice.

"Due settimane fa, avrei immaginato un equilibrio intorno ai 25mila casi in Italia. In Inghilterra, la variante Omicron ha fatto saltare l'equilibrio. Noi potremo rallentare la variante con la misure ma non potremo bloccarla: non mi stupirei se a fine gennaio arrivassimo a 40mila casi al giorno", afferma ancora.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli