Variante Omicron, Ryan (OMS): “Non dà forme più gravi della malattia, i vaccini sono efficaci”

·1 minuto per la lettura
variante omicron oms
variante omicron oms

Secondo quanto affermato dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), per il momento non ci sono indicazioni che la variante Omicron rilevata per la prima volta nell’Africa meridionale causi una malattia da Covid più grave rispetto alle altre mutazioni.

Oms su variante Omicron

Ad annunciarlo è stato i responsabile dele emergenze Michael Ryan in un’intervista rilasciata all’Afp. Oltre ad aver chiarito che non ci sono evidenze sulla maggior criticità dei sintomi causati dalla variante sudaficana, ha sottolineato che i vaccini attualmente disponibili si sono rivelati efficaci contro tutte le varianti comparse finora in termini di gravità della malattia e di ricoveri e che “non c’è alcuna ragione per pensare che non sia lo stesso in questo caso“.

Pur sottolineando che gli studi sulla variante rilevata il 24 novembre e identificata in una quarantina di paesi sono solo all’inizio, Ryan ci ha tenuto a ribadire che “il comportamento generale che stiamo vedendo finora non mostra un aumento della gravità“.

Oms su variante Omicron: “Potrebbe non causare una malattia così grave”

Si tratta della medesima tesi sostenuta da Anthony Fauci che, al medesimo giornale, aveva evidenziato che secondo dati preliminari la variante potrebbe non causare una malattia così grave come temuto inizialmente. E’ comunque ancora troppo presto per dare un giudizio definitivo “e dobbiamo essere davvero molto attenti prima di determinare se Omicron sia più o meno grave rispetto a Delta“.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli