Variante sudafricana, nuovo vaccino entro 100 giorni: l'annuncio

·1 minuto per la lettura

Cresce la preoccupazione in tutto il mondo dopo la scoperta della nuova variante sudafricana del coronavirus. La nuova mutazione infatti, che gli scienziati hanno battezzato B.1.1.529, è più contagiosa e rischia di eludere gli anticorpi conquistati con il vaccino anti Covid. Pfizer, però, ha fatto un importante annuncio che fa ben sperare.

Mentre in diversi Paesi come l'Italia si annunciano nuove chiusure alle frontiere, le due aziende Pfizer e BioNTech hanno annunciato di essersi preparate diversi mesi fa per "aggiornare il loro vaccino in meno di sei settimane" ed essere quindi pronti a consegnare "le prime dosi in 100 giorni" qualora una variante dovesse dimostrarsi resistente. Lo ha detto un portavoce della società ad AFP.

Infatti, il laboratorio tedesco BioNTech, alleato di Pfizer, si aspetta di avere i risultati di un suo studio al più tardi entro due settimane per determinare se la nuova variante rilevata in Sud Africa sia in grado di sfuggire alla protezione del vaccino.

"Abbiamo immediatamente avviato studi sulla variante B.1.1.529", che "differisce chiaramente dalle varianti già conosciute perché ha mutazioni aggiuntive sulla proteina spike" caratteristica del virus SARS-Cov-2, ha detto la portavoce dell'azienda.

Per aggiornare il vaccino Pfizer contro la nuova variante, in definitiva, ci vorranno 100 giorni. 

GUARDA ANCHE - Covid. Dal Giappone una buona notizia: variante Delta estinta

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli